Skip to main content

“Un amico raro” Miglior Cortometraggio di Animazione

Un Amico raro”, il cartone animato coprodotto da AIAF si è aggiudicato il premio come  Miglior Cortometraggio di Animazione al Festival “Uno Sguardo Raro - Rare Disease International Film Festival”, il primo e unico progetto cinematografico sul tema delle malattie rare e disabilità a livello Europeo. Il cartone animato è stato selezionato fra oltre 200 cortometraggi in gara dalla Giuria di Qualità presieduta da Gianmarco Tognazzi, e lo scorso 17 ottobre ha ricevuto il primo premio nella sezione Cortometraggi di Animazione. Il riconoscimento è stato consegnato a Stefania Tobaldini, Presidente di AIAF e al Regista Sergio Manfio nel corso della Cerimonia di Premiazione Finale che si è svolta alla Casa del Cinema a Roma.

118 1200x533new

“Il progetto di realizzare un cartone animato sulla Malattia di Anderson-Fabry è nato in piena pandemia, quando ancora di più i pazienti con malattie rare sono stati dimenticati, sono mancate le diagnosi, sospesi i controlli ed è diventato più difficile effettuare con regolarità le terapie – ha spiegato Stefania Tobaldini – Abbiamo quindi voluto realizzare un progetto per far conoscere questa malattia ad un pubblico vasto, ma anche al mondo medico che non la conosce, con la speranza che questo possa servire ad intercettare ragazzi e famiglie che stanno affrontando tutti i problemi connessi alla malattia ma non hanno ancora trovato una diagnosi”. 

La Malattia di Anderson-Fabry può presentare fino ad oltre 800 diverse mutazioni e non avendo sintomi specifici è ancora poco conosciuta anche dal personale medico-sanitario. È quindi di difficile identificazione: dall’insorgenza della malattia alla sua corretta individuazione possono passare fino a 18 anni per gli uomini e addirittura 25 per le donne. Coinvolge diversi organi, ma colpisce soprattutto i reni, il sistema nervoso e l’apparato cardiocircolatorio e l’aspettativa di vita può arrivare fino a 30 anni in meno rispetto al resto della popolazione.

Protagonista dell’episodio speciale “Un amico raro” è Fabrizio, un ragazzo dei nostri giorni con la Malattia di Anderson-Fabry, che in un particolare momento di insoddisfazione sogna di ritrovarsi nel XV Secolo e di incontrare proprio il suo idolo, il giovane Leo Da Vinci e i suoi amici nella bottega del Verrocchio; tra loro nasce subito una forte amicizia che  li porterà, tra diverse avventure, a cercare la causa dei sintomi inspiegabili di Fabrizio, anche grazie al coinvolgimento di un medico dell’epoca. Questa esperienza darà al giovane Fabrizio, al suo risveglio, maggior consapevolezza e soprattutto nuovi stimoli per affrontare tutte le sue piccole e grandi sfide quotidiane.

La puntata, co-prodotta anche da Rai Ragazzi, verrà prossimamente messa in onda su Rai Gulp e su RaiPlay. E’ stata tradotta in inglese e sarà presto disponibile in altre lingue, dal momento che ci sono già manifestazioni di interesse da parte di reti di diversi Paesi. Verrà utilizzata da AIAF anche in eventi di sensibilizzazione. 

Per vedere il trailer clicca qui.

Per vedere il cartone animato clicca qui 

118 1200x533b118 406x270new

I PREMIATI

Premio Uno Sguardo Raro 2021 per il MIGLIOR DOCUMENTARIO a “Bertha and the Wolfram” di Tijs Torfs (Belgio);

Premio Uno Sguardo Raro per il MIGLIORE CORTOMETRAGGIO INTERNAZIONALE: “The blue bed” di Alireza Kazemipour (Iran);

Premio Uno Sguardo Raro al MIGLIORE CORTOMETRAGGIO di ANIMAZIONE a “Un amico raro” di Sergio Manfio;

Premio UNO SGUARDO RARO PLAY per il cortometraggio più votato sulla piattaforma unosguardoraro.tv a “Oltre ogni cosa” di Alessia Olivetti;

Premio MIGLIOR Cortometraggio ITALIANO a “Piano” di Lorenzo Vitrone che vince anche PREMIO SPECIALE GIORNATA MONDIALE del CINEMA ITALIANO